Territorio - www.controconvento.org
505
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-505,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1200,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-16.7,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
Category
Territorio

IL TERRITORIO

Adagiato sulla confluenza dei fiumi Orta e Orfento, il convento è collocato all’interno di uno scenario paesaggistico di assoluto valore. Siamo immersi nella rigogliosa natura del Parco Nazionale della Majella, uno dei quattro parchi locali appartenenti alla catena degli Appennini che hanno fatto guadagnare all’Abruzzo il titolo di “Regione verde d’Europa”. Fuori dal convento gli ospiti posso così arricchire la loro permanenza esplorando l’incontaminata bellezza di una territorio ricco di unicità, dove il verde predomina nella cornice di Caramanico Terme e in quella dei piccoli borghi limitrofi. Attraverso numerosi sentieri che si sviluppano a pochi passi dal convento è possibile visitare luoghi di straordinaria bellezza dove storia e natura creano un connubio unico. Caramanico è considerata “terra del benessere” non solo per la presenza del complesso termale  – attivo fin dal 1576 – ma anche grazie all’ambiente naturale che ne caratterizza tutto il territorio.

La Valle dell’Orfento è sicuramente quello più rappresentativo: una riserva naturale che si snoda lungo tutto il corso dell’omonimo fiume disegnando scenari di grande fascino. La Valle vanta un ricco patrimonio di biodiversità tanto da essere citata da “Nature”, l’autorevole rivista scientifica della comunità internazionale, come una delle riserve naturali più importanti in Italia per la varietà di specie animali e vegetali presenti al suo interno. Qui siamo al cospetto della Majella, la Montagna Madre degli abruzzesi, custode di un patrimonio storico caratterizzato dalla presenza degli eremi legati alla figura di Celestino V, testimonianza del suo ritiro spirituale tra le vette della montagna alla ricerca di un contatto autentico con il divino. La spiritualità di questa terra è palpabile al cospetto dell’eremo di San Bartolomeo, Santo Spirito e San Giovanni, autentiche gemme incastonate nella roccia che restituiscono il significato prezioso del raccoglimento, della meditazione e del lavoro. Armonia, benessere e rigenerazione psicofisica sono i valori propri di questo angolo d’Abruzzo e si aggiungono come esperienza sensoriale al soggiorno nel convento.

 

 

 

 

Diritti fotografici
©Majambiente | Enzo Di Michele